Yoga Post Parto

Dopo la fase del puerperio (indicativamente i primi 40 giorni dopo il parto) ci si può riavvicinare alla pratica in modo graduale: il corpo ha vissuto profondi cambiamenti e bisogna recuperare e riprendere con dolcezza.

Per partecipare alle mie lezioni richiedo che la donna abbia effettuato la visita dei 40 giorni con un* professionista (ginecolog*/ostetric*) e se possibile anche una valutazione di pavimento pelvico e diastasi (nella sezione Collaborazioni trovate indicate le ostetriche che effettuano questa tipologia di visita). Se la donna desidera riprendere immediatamente dopo il parto è possibile praticare solo attraverso esercizi di pranayama e meditazione, i quali non hanno controindicazioni e possono portare molti benefici sia a livello fisico che emotivo.

Durante lo Yoga Post Parto:

  • si lavora in primo luogo sulla ripresa della propria centratura, che in un periodo caotico dove la stanchezza rischia di prevalere può essere un po’ labile: molto utile quindi è agire sulla consapevolezza del respiro cominciando con posizioni a terra di allungamento e distensione della schiena, integrate da posture in cui si favorisce l’apertura del respiro.
  • in secondo luogo è molto importante riprendere contatto con il senso dell’equilibrio poiché in gravidanza il baricentro si è spostato per permetterci di muoverci “agevolmente” con il pancione: semplici posizioni in piedi aiutano a ripristinare il proprio centro di gravità.
  • inoltre, un’altra zona da tenere in considerazione è la parte alta della schiena che, insieme alle spalle, va aperta con asana specifiche per contrastare la chiusura data dal senso di protezione verso il bambino tenuto spesso in braccio.
  • infine bisogna rivolgere delle attenzioni particolari all’area del perineo, del pavimento pelvico e a quella degli addominali, che devono riprendere tonicità con posizioni dolci, evitando salti e saltelli per scongiurare il prolasso della zona del perineo (durante il parto si è dilatata notevolmente e le posizioni che coinvolgono gli addominali in modo intenso sono da affrontare dopo almeno sei mesi o un anno).
  • come ultimo aspetto, ma probabilmente il più importante, è bene ricordare che durante il post-parto gran parte del tempo e delle attenzioni sono rivolte al neonato, ma è importante ritagliarsi dello spazio per la pratica, per lavorare sul respiro, sulla presenza e sull’ascolto di sé, che ora è in relazione profonda con la nuova creatura.

Le mie lezioni durano da 30 a 75 minuti, andando incontro alle esigenze e alla disponibilità delle neo mamme. Le lezioni online sono solo personali perchè ritengo che il post parto sia un momento delicato vissuto da ogni donna in maniera differente, e tramite uno schermo non potrei offrire la stessa qualità se seguissi un gruppo. Per lo stesso motivo i gruppi di yoga Post Parto in presenza sono composti da massimo 5 persone.

La pratica può anche essere svolta insieme al bambino, unendo il babywearing allo yoga.
Io sono consulente ClauWi in formazione e nella sezione Collaborazioni troverete i contatti della scuola e le consulenti di riferimento.

Nella sezione Collaborazioni troverete inoltre indicate alcune figure professionali che possono supportarvi e seguirvi sia durante la gravidanza che durante il post parto.